Un ciclista diverso dagli altri!

Peter Sagan

La bicicletta è la sua passione. Assetato di vittorie, gli piace dare spettacolo! Nato nel 1990 a Zilina, questo ciclista slovacco di grande talento, famoso per i suoi arrivi al traguardo originali ed acrobatici, si fa notare all’età di sette anni, quando vince una gara di mountain bike con una bicicletta di qualità mediocre, presa in prestito dalla sorella. Oggi, Peter Sagan è considerato uno dei ciclisti più promettenti della sua generazione.

Da dove viene la sua passione per la bicicletta? Perché questo sport anziché un altro?

Da bambino ho provato diversi sport, tra cui il calcio. Alla fine, è la bicicletta che mi ha “toccato il cuore”. Come mio fratello maggiore Juraj, ho iniziato con la mountain bike prima di passare al ciclismo su strada.

A soli 25 anni, ha già riportato diverse vittorie prestigiose. Qual è quella che le è rimasta particolarmente impressa?

Per me, ogni vittoria è unica! Ma tutti questi riconoscimenti e questi trofei fanno già parte del passato. Cerco sempre di guardare al futuro e di concentrarmi sui miei prossimi obiettivi.

Nel 2015 è entrato a far parte di una nuova squadra. Quali sono i suoi obiettivi per questa stagione e per il Tour de France? Sogna la maglia gialla?

Adesso gareggio con i colori della Tinkoff-Saxo, scelta di cui sono molto contento. Voglio aver successo nelle classiche di primavera, poi conquistare per la quarta volta consecutiva la maglia verde al Tour de France. Vincere la maglia gialla? E chi non sogna di farlo?

Suo fratello è nella sua stessa squadra. Che cosa significa per lei la sua presenza al suo fianco?

Juraj è un ciclista di grande esperienza e una persona molto responsabile. Mi ha sempre aiutato. Siamo molto complici.

Quante ore all’anno passa mediamente in bicicletta?

Ogni giorno, passo mediamente 3-4 ore in sella, il che equivale a circa 30.000 chilometri all’anno.

Il suo soprannome è “Tourminator”. Le piace far divertire il pubblico superando il traguardo alla “Forrest Gump”?

A che cosa si ispira? Mi viene spontaneo. Chissà… Magari un giorno mi metterò a fare l’attore…

Lei si sottopone a un allenamento molto intenso. Che cosa fa per rimanere in buona salute?

Un’alimentazione equilibrata, una vita sana e il recupero fanno parte della mia quotidianità.

Dichiarazioni raccolte da Zuzana Baghin, www.vitamag.ch