Array

Verruche

Verruche? No, grazie!

Per natura benigne, ma antiestetiche, fastidiose e a volte dolorose: le verruche rappresentano un problema di cui ci si vuole sbarazzare in fretta! Fortunatamente esistono trattamenti adeguati per le persone che ne sono colpite.

Questi piccoli tumori benigni di origine virale sono contagiosi per semplice contatto. Tuttavia, il loro grado di contagiosità varia secondo il tipo di virus, la posizione della verruca e lo stato immunitario del soggetto. La trasmissione avviene di solito da una regione contaminata a una sana (grattandosi, radendosi, ecc.) oppure da una persona all’altra (in piscina, sauna, palestra, ecc.). Le microlesioni cutanee facilitano la penetrazione del virus.

Meglio prevenire. . .

È ben noto che un indebolimento dell’immunità favorisce lo sviluppo delle verruche. Di conseguenza, la prima misura preventiva consiste nel mantenere un sistema immunitario sano e forte. In caso di verruche ricorrenti si consiglia un integratore di acido gamma-linolenico (sotto forma di olio di borragine o di enotera), perché le infezioni virali diminuiscono la sintesi naturale (effettuata dal corpo) di questo acido grasso. Ulteriori misure efficaci consistono nell’evitare di camminare scalzi in piscina e in sauna e nell’asciugare bene mani e piedi dopo averli lavati. I trattamenti vanno dall’uso di prodotti cheratolitici (acido salicilico, retinoico, ecc.), che sono in grado di sciogliere lo strato corneo della cheratina, all’elettrocoagulazione laser (in caso di molte verruche), fino alla crioterapia (neve carbonica, azoto liquido, ecc.), che congela la verruca.

Una vera innovazione nel trattamento

Lanciato da poco sul mercato, un preparato a base di acido formico permette di trattare la verruca, con l’aiuto di un bastoncino di ovatta, una sola volta alla settimana. Questo prodotto, che può essere utilizzato anche su bambini di età inferiore ai 4 anni, agisce nell’arco di poche settimane. La maggior parte delle verruche scompare completamente dopo 5-10 applicazioni. Il trattamento è indolore e non lascia cicatrici.

Articolo precedenteDisturbi del sonno
Prossimo articoloSapevate che…
Rita Ducret-Costa
Caporedattore di vitamag®, farmacista laureata all'Università di Bologna, nutrizionista e omeopata.

Articoli Correlati

- Annuncio pubblicitario -

Articoli Recenti