Un’alimentazione sana per tutta la vita

nutrizione per anziani

Con il passare degli anni, il gusto e l’odorato, l’appetito e la sete diminuiscono. Si manifestano problemi dentali che a volte rendono difficile la masticazione. La digestione e il transito intestinale diventano più lenti, con conseguente diminuzione dell’assimilazione dei principi nutrizionali.

Inoltre, il dramma della solitudine, le forze in declino, l’inattività fisica e talvolta i problemi economici portano i nostri anziani ad adottare una dieta monotona e sbilanciata, ricca di prodotti raffinati, zuccheri rapidi, conserve e piatti di origine industriale.

Esigenze nutrizionali identiche

È noto che con l’età il metabolismo rallenta, il dispendio energetico diminuisce e di conseguenza il fabbisogno calorico. D’altra parte, le esigenze nutrizionali rimangono invariate o aumentano! Tra le maggiori esigenze, vale la pena menzionare:

  • Proteine, che sono essenziali per la riparazione dei tessuti;
  • Calcio e vitamina D, elementi chiave per la prevenzione dell’osteoporosi. L’assimilazione della prima diminuisce, mentre si riduce la capacità della pelle di sintetizzare la seconda sotto l’influenza dei raggi ultravioletti. Inoltre, molti anziani escono poco e/o troppo coperti;
  • Vitamine del gruppo B, che stimolano il morale, preservano la memoria e aiutano nel processo di digestione. Sono anche meno facilmente assimilabili.

Con un apporto calorico inferiore, è inevitabilmente difficile coprire questi fabbisogni nutrizionali inalterati o aumentati. In particolare, quando un miglioramento dell’igiene alimentare e di vita risulta impossibile; l’assunzione quotidiana, a lungo termine o continua, di un preparato polivitaminico e poliminerale può apportare in questi casi molti benefici.