Un inverno senza problemi, in modo naturale

carenze invernali

Atteso con impazienza o temuto, l’inverno finisce sempre per arrivare. Anche se gli appassionati di sci e di escursioni con le racchette da neve si rallegrano del suo arrivo, per la maggior parte degli esseri umani l’inverno rappresenta un periodo difficile. Non a caso di parla di “brutta stagione”!

Il sistema immunitario deve essere in piena forma per far fronte agli attacchi virali favoriti dai lunghi soggiorni al chiuso. In realtà, vari fattori si alleano contro di lui. Le ore di sole sono insufficienti, e impoveriscono l’organismo non solo di vitamina D, dall’azione immunostimolante, ma anche di endorfine (gli ormoni della felicità).

Il freddo indebolisce le mucose respiratorie, che hanno bisogno di un apporto adeguato di vitamina A. Il notevole stress, che caratterizza il periodo compreso tra la riapertura delle scuole e le feste natalizie, “brucia” nutrienti preziosi per il sistema immunitario e/o il morale, per esempio vitamine B e C, magnesio, zinco, aminoacidi, ecc.

Compensare per equilibrare

Per far fronte a tutti questi fattori, causa di potenziali carenze, è necessario nutrirsi in modo “equilibrato”. Come ottenere questo prezioso equilibrio? La verdura cotta, che consumiamo con maggior frequenza che le insalate durante la stagione fredda, è meno ricca di sostanze nutritive,  come peraltro la frutta e la verdura importate dai paesi lontani.

Ma purtroppo, l’offerta di prodotti locali è limitata durante questo periodo dell’anno. Quanto alle conserve, sono solo un mediocre succedaneo dei prodotti freschi. Agli effetti nocivi di cottura, immagazzinamento e conservazione si aggiunge l’inquinamento che  impoverisce cronicamente i terreni.

La soluzione è disponibile in farmacia e in drogheria, sotto forma di un cocktail equilibrato di vitamine, minerali e aminoacidi. L’aggiunta di ginseng, una pianta ancestrale le cui virtù sono ormai unanimamente riconosciute, è utile in caso di stanchezza, umore tetro e difficoltà di concentrazione.