Un bagno caldo, terapia e voluttà

3101

I vapori che si sprigionano da un bagno caldo sono benefici quanto le inalazioni. Quando si inspira, gli aromi raggiungono il sistema nervoso centrale, dove agiscono in modo mirato. Inoltre i principi attivi liberati nell’acqua si diffondono attraverso la pelle, l’organo più esteso del corpo umano.

Per dedicarsi pienamente a questi momenti di voluttà, esistono in commercio moltissimi prodotti che soddisfano i requisiti minimi di qualità. Oltre agli estratti di piante, spesso contengono sali, oli di base e sostanze acidificanti.

Nella scelta dei prodotti per il bagno bisogna tenere conto dell’effetto desiderato. Ecco un breve promemoria:

  • Nervosismo, disturbi del sonno: valeriana, melissa, luppolo, passiflora, lavanda.
  • Eczema umido, alterazione delle mucose: corteccia di quercia, camomilla, equiseto, crusca di grano.
  • Malattie delle vie respiratorie, infezioni incipienti: timo, oli di eucalipto, di aghi di abete rosso e di pino.
  • Disturbi circolatori, dolori muscolari: rosmarino, ginepro, fiori di campo.
  • Problemi dermatologici quali acne, psoriasi, neurodermite: zolfo, aceto, latticello, sale (da cucina o del Mar Morto).
  • Stanchezza, spossatezza: rosmarino, aroma di arancio.
- Publicité -