A quattrocchi con… Tanja Frieden

Quando ha cominciato a fare snowboard?

Ben presto mi sono ritrovata con degli… sci da fondo ai piedi! Poi ho iniziato a praticare la discesa. L’agonismo mi piaceva, tanto che ho cominciato a fare atletica. Lo snowboard l’ho scoperto all’età di 12 anni… per curiosità.

Il secondo posto ai campionati europei del 2000 ha avuto un ruolo decisivo nella sua carriera?

Sì, a quel punto ho avuto l’assoluta certezza di voler fare tutto il possibile per arrivare ai massimi livelli dell’élite mondiale.

Obiettivo che ha raggiunto brillantemente. Tra tutti, qual è il suo ricordo migliore?

Ho avuto moltissime soddisfazioni, tra cui la possibilità di vivere per 20 anni l’evoluzione di questo sport. Ma il mio ricordo migliore rimane ovviamente la vittoria che mi è valsa la medaglia d’oro nel 2006, ai Giochi olimpici di Torino.

Non è sicuramente una persona che viva di ricordi, per quanto belli! Qual è il suo prossimo obiettivo?

Tutta la mia energia e il mio lavoro sono finalizzati ad un obiettivo: i Giochi olimpici di Vancouver nel 2010.

Che altri sport pratica?

Mi piace muovermi, servirmi della forza degli elementi. Mi piacciono la mountain-bike, il surf, il wakeboard ecc.

Qual è il suo rapporto con la salute?

Per ricevere, bisogna anche saper dare al proprio corpo. Presto una grande attenzione al sonno e a un’alimentazione sana.

Lei è estremamente professionale sotto ogni aspetto, e si prende anche cura della sua immagine. Che progetti ha per il giorno in cui volterà pagina, abbandonando l’attività agonistica?

Ho avuto sempre partner in armonia con il mio stile di vita. Rispetto i miei sponsor e i miei sostenitori. Attualmente ho già il mio orologio e altri progetti in corso per il futuro.

Consultare il sito: www.tanjafrieden.ch