A quattocchi con… david Girardet

Benessere mentale e… dei piedi!

David Girardet mi riceve con cordialità nel suo negozio “Trilogie Sport”, specializzato in calzature per la corsa podistica, il nordic walking e il triathlon. Questo padre di 2 figli è un atleta versatile che si sente a suo agio in tale ambiente.
E ne ha ben donde. Forte della sua esperienza, David Girardet non può far altro che consigliarvi bene nel trovare… la calzatura giusta.

Triathlon, duathlon, corsa podistica… Qual è lo sport con cui ha iniziato?

Da adolescente, non ero molto sportivo. La morte di un cugino e il desiderio di diventare un graduato dell’esercito mi hanno spinto a cominciare a praticare la corsa podistica, la mountain bike e il canotaggio. La prima volta che ho partecipato a un triathlon ho portato a casa la vittoria.

Secondo posto al campionato svizzero di triathlon nel 2007, tre partecipazioni all’Ironman delle Hawaii, campione del mondo juniores di duathlon a squadre… Perché ha scelto i 100 km corsa?

Avevo deciso di abbandonare il triathlon, ma ho continuato ad allenarmi per la corsa. Un cliente del negozio mi ha suggerito di “passare” ai 100 km. Ecco perché mi sono lanciato in quest’esperienza.

E con che successo! Lei ha vinto due volte la 100 km di Bienne, piazzandosi al 17° posto del campionato mondiale di Gibilterra.

Le due vittorie alla 100 chilometri di Bienne rappresentano il mio ricordo migliore. Purtroppo non sono riuscito a raggiungere l’obiettivo di una terza vittoria nel 2013, scendendo al di sotto delle 7 ore.

Lasci perdere la modestia e ci faccia capire meglio quanto sia stato importante il suo risultato del 2010 a Bienne… Ci dica il suo tempo sull’ultimo chilometro.

A 10 chilometri dall’arrivo, ero in 10a posizione. Ho concluso la corsa percorrendo l’ultimo chilometro in circa 2’58 -3’04 (NdR: gli intenditori sanno che cosa voglia dire!).

Ci parli brevemente del suo allenamento…

Mi alleno due volte al giorno. Durante gli allenamenti invernali in quota, a St. Moritz, posso fare anche 350 chilometri alla settimana, di corsa nella neve.

Un’ultima domanda. Che rapporto ha con la salute?

Ho un’ottima igiene di vita. Non bevo né caffè né bevande alcoliche. Inoltre, nel fare la spesa presto la massima attenzione alla qualità degli alimenti. Vorrei aggiungere che sono credente e che quando corro mi affido a Dio.