Quando le verdure crude “non vanno giù”

Carote grattugiate, cetrioli, pomodori, … Se questi alimenti non vi fanno bene, dovete affrontare la realtà: soffrite di un’intolleranza alimentare alle verdure crude e dovete limitarne il consumo. In caso contrario, il vostro colon diventerà sempre più irritabile e incline alla flatulenza.

D’altra parte, quando si elimina un alimento sano per ragioni di tolleranza o di gusto, bisogna necessariamente sostituirlo con altri di valore equivalente, per evitare carenze nutrizionali!

Per esempio, si può sostituire la frutta cruda con il suo succo – fresco se possibile – o delle composte, e mangiare le verdure cotte piuttosto che crude. Attenzione: la cottura rende le fibre più digeribili, ma cucinare con molta acqua e ad alte temperature risulta dannoso per la vitamina C, che è idrosolubile, e per il potassio, di cui verdure e frutta sono ricchi. Per ridurre il problema, cuocete le vostre verdure “al dente” e, se possibile, al vapore piuttosto che bollirle in acqua o brodo. Se è il caso, conservate e bevete l’acqua di cottura invece di buttarla via.

È bene sapere che, anche se cotte, alcune verdure possono “generare gas”: si tratta dei fagiolini e dei cavoli (cavolo bianco e rosso, cavolini di Bruxelles, cavolfiori, broccoli). Cercate di cuocerli senza coperchio: questo accorgimento ne migliora la digeribilità.

Compensare la perdita di vitamine

Molte verdure, specialmente le carote e le zucchine, tagliate a cubetti o a striscioline e appena sbollentate, possono essere usate per preparare deliziose insalate. Per aumentare il contenuto di vitamina C, usate del succo di limone per il condimento e cospargete generosamente di prezzemolo. Quest’erba aromatica è anche un’eccellente fonte di potassio, che le conferisce proprietà diuretiche.

Testate la vostra tolleranza alla frutta secca e ai semi oleosi, che sono poveri di vitamina C ma ricchi di potassio, fibre, vitamine del gruppo B, magnesio, ferro, ecc.

Quando fate un’eccezione che può causarvi difficoltà digestive (per esempio, quando mangiate fuori casa), assicuratevi di avere un rimedio a portata di mano per darvi sollievo o, meglio ancora, assumetelo come misura preventiva. Diverse sostanze, disponibili senza prescrizione medica, prevengono e combattono efficacemente la flatulenza. Si tratta di enzimi digestivi, carbone e soprattutto dimeticone.

Rita Ducret-Costa
Caporedattore di vitamag®, farmacista laureata all'Università di Bologna, nutrizionista e omeopata.

Articoli Correlati

- Annuncio pubblicitario -

Articoli Recenti