Home Non categorizzato Prima e dopo la stagione dei pollini, pensate ai probiotici!

Prima e dopo la stagione dei pollini, pensate ai probiotici!

La famiglia dei probiotici è in costante crescita, o più propriamente, sono le nostre conoscenze in merito che continuano ad aumentare. Dopo i ceppi benefici per la flora intestinale, per quella orale o vaginale, ecco il Lactobacillus paracasei LP-33, che limita la produzione di istamina, il mediatore dell’allergia.

Naso che cola, occhi rossi e lacrimanti, attacchi di starnuti, spossatezza: questi sintomi ben noti si presentano in caso di rinite allergica (raffreddore da fieno).
In caso di rinite allergica l’organismo rilascia quantità eccessive di istamina. Tramite i recettori H1 nei piccoli vasi sanguigni, questa provoca una vasodilatazione e una maggiore permeabilità dei vasi. Ciò causa a sua volta un rigonfiamento della pelle e delle mucose. Nei bronchi l’istamina provoca un restringimento, che può svilupparsi in un’asma allergica.
L’intestino ospita numerose cellule immunitarie, tra cui i linfociti T helper del tipo 1 e 2. Il loro comportamento determina se un allergene viene attaccato dalle cellule immunitarie (ad es. i macrofagi o i linfociti T citotossici) (= risposta TH1) o se deve essere eliminato dagli anticorpi (risposta TH2: attivazione dei linfociti B affinché producano immunoglobuline (anticorpi). In caso di allergie la quota di risposte TH2 è maggiore.

Una formula interessante

Ceppi speciali di Lactobacillus paracasei che producono acido lattico, come ad es. l’LP-33, e la vitamina D3, dall’azione immunomodulante, riportano in equilibrio la risposta immunitaria con le cellule TH1 e TH2, limitando così indirettamente la secrezione dell’istamina.
I preparati con questi componenti sono adatti per tutta la famiglia (bambini a partire da un anno) e sono i compagni ideali durante la stagione dei pollini. Sono ben tollerati e non provocano stanchezza.
Vanno assunti una volta al giorno, una settimana prima e durante la stagione dei pollini.

Consigli utili

• Nella stagione dei pollini arieggiare brevemente.
• Non appendere in camera da letto vestiti indossati durante la giornata.
• Non stendere all’aperto la biancheria ad asciugare.
• Lavare o risciacquare ogni sera i capelli.
• Per eliminare i pollini, risciacquare regolarmente il naso con una soluzione fisiologica.
• Utilizzare fazzoletti di carta e gettarli dopo l’uso.
• Preferire il mattino presto per praticare sport.

Ulteriori informazioni sulla stagione dei pollini:
www.pollenundallergie.ch

Rita Ducret-Costa
Caporedattore di vitamag®, farmacista laureata all'Università di Bologna, nutrizionista e omeopata.

Da leggere anche

Comfort ed elasticità dal silicio organico altamente assimilabile

La superficie della Terra si compone per il 27% di silicio. Questo elemento si trova in tutte le cellule del nostro corpo, ma la...

Salva la vita al marito con il massaggio cardiaco

Un arresto cardiovascolare fuori dall’ospedale comporta un pericolo di morte immediata. Un massaggio cardiaco può evitarlo. Evelyne Bürgi di San Gallo ha salvato la...

Vedere bene non è solo questione di fortuna

Se Vi date la pena di contare le persone che portano occhiali, Vi renderete conto che sono più numerose di quanto non si creda. Portare gli occhiali è ormai diventato banale. Inoltre i modelli di occhiali attualmente disponibili sono cosi eleganti e moderni che si dimentica la loro utilità. Accettiamo peraltro con rassegnazione che la vista cali con il passare degli anni: «E' l'età... non si può fare nulla!».

Come proteggersi dai computer

Sapevate che l'uso quotidiano e prolungato del computer può provocare numerosi effetti collaterali?

La cultura del fast food va contrastata con le vitamine

Manca il tempo per cucinare e rimane poco tempo anche per mangiare. Così si ricorre al fast food e ad altri alimenti di produzione...