Piccole gocce, grande effetto: grazie a efficaci piante medicinali

    Giustamente la medicina è sempre alla ricerca di nuovi medicinali.
    Alcuni vecchi rimedi rimangono tuttavia ineguagliabili. Le persone utilizzano i principi attivi delle piante medicinali già da generazioni: per restare in buona salute, prevenire e guarire.

    Nelle erbe e nelle piante di un bel prato estivo si nasconde una vera e propria farmacia naturale. La maggior parte delle piante possiede più (o ben più) di una proprietà. Questa versatilità si rispecchia anche nei relativi medicamenti, che da sempre si basano sull’efficacia di queste piante medicinali. Ed è proprio questo molteplice uso, insieme all’affinità per la natura, a essere molto apprezzato dagli amanti di tali preparati.

    In caso di malessere e disturbi gastrici

    Lo spirito di melissa, in combinazione con un mix di oli essenziali estratti da piante medicinali, dà sollievo in particolare in caso di malessere e disturbi gastrici.
    L’anice stellato e il garofano alleviano i crampi nel sistema digerente. La cannella stimola la secrezione dell’acido gastrico, che nelle persone con disturbi digestivi viene prodotto a volte in quantità insufficiente. La lavanda previene il ristagno e la formazione di gas, ha un effetto calmante e scioglie le tensioni, migliorando così la sensazione di benessere.

    Altri benefici

    Le piante medicinali possono lenire anche gli effetti collaterali dei raffreddamenti, come mal di testa e dolori articolari, o i sintomi delle malattie delle vie respiratorie, come la tosse. Così, ad esempio gli oli essenziali estratti dalla salvia, dalla noce moscata, dal garofano e dal timo esplicano un’azione analgesica e antinfiammatoria. La versatilità di tali miscele di piante medicinali è stata ed è ancora oggi parte integrante di ogni farmacia domestica. Questi preparati con oli essenziali possono aiutare anche per il mal di viaggio, dei quali rappresentano i compagni ideali.
    Naturalmente questi preparati a base di alcol non sono adatti ai bambini sotto i 12 anni e alle donne in gravidanza e in allattamento.

    - Publicité -