Omeopatia

L’omeopatia, una miriade di vantaggi

L’omeopatia presenta numerosi vantaggi, in particolare l’assenza di controindicazioni e di effetti collaterali. Esaminiamo in maggior dettaglio altri benefici insiti in questo approccio terapeutico molto utilizzato.

A ogni male il suo  medicamento

L’omeopatia è una terapia molto mirata, poiché ad ogni sintomo corrisponde una sostanza specifica. In caso di stanchezza, per esempio, l’approccio omeopatico consiste innanzi tutto nell’identificare chiaramente le cause del sintomo, per poi somministrare una sostanza specifica in funzione di quanto riscontrato: un affaticamento da stress sarà trattato con Nux vomica (se il paziente, sedentario e intossicato, avverte un peggioramento dopo l’assunzione di cibo) o con Anacardium orientale (se al contrario il soggetto si sente meglio mangiando).

Uomo avvisato, mezzo salvato

Gli stati influenzali dovuti a un’infezione riconducibile a uno dei numerosi virus ORL sono frequenti nella stagione fredda. Le possibilità di trattarne i sintomi (febbricola, mal di testa, naso che cola e debolezza generalizzata) sono relativamente modeste, e si limitano a far scendere la febbre e ad alleviare i dolori. Una scelta di buon senso consiste nel prevenire la comparsa del disturbo. Come le vitamine, i minerali o i medicamenti fitoterapici, l’omeopatia agisce stimolando le difese dell’organismo, il che la rende particolarmente adatta alla prevenzione,  oltre che alla cura.

Processi produttivi rigorosi e in costante evoluzione

La produzione dei medicamenti  omeopatici soddisfa i requisiti delle  norme farmaceutiche (le farmacopee) in vigore nei paesi interessati. Le materie prime, per esempio, a prescindere dal fatto che siano di origine vegetale come la camomilla, animale come l’inchiostro di seppia (Sepia) o l’ape (Apis mellifica) o minerale come il sale di magnesio, sono selezionate e preparate in modo da ottenere un prodotto perfettamente puro ed esente da ogni forma di contaminazione. Inoltre, l’attività nel campo della ricerca e sviluppo è costante, soprattutto per rendere disponibili nuovi medicamenti e per convalidare l’efficacia dei trattamenti. Infine, l’omeopatia è “amica” dell’ambiente sotto diversi punti di vista, quali per esempio la coltivazione di specie vegetali a rischio di estinzione e la preferenza per i fornitori locali.

Articolo precedenteInfluenza – Raffreddamenti
Prossimo articoloOlio di krill

Articoli Correlati

- Annuncio pubblicitario -

Articoli Recenti