Obiettivo snellezza: i riflessi giusti per preservare la salute

dieta dimagrante
In estate, stiamo cercando di perdere peso rapidamente. Attenzione alle diete rigorose!

Purtroppo, molte persone che soffrono di pinguedine se ne preoccupano solo all’avvicinarsi della bella stagione, quando la «febbre della bilancia» scatena una vera e propria epidemia. I chili superflui diventano allora un fardello intollerabile, di cui ci si deve sbarazzare il più in fretta possibile.

A torto, perché le diete drastiche e squilibrate rappresentano, a termine, una minaccia per la salute, tanto quanto il sovrappeso.

Limitare i rischi

Tra gli effetti collaterali di queste diete, spesso associati a carenze nutrizionali, ci sono la stanchezza cronica, i disturbi nervosi e dell’umore, l’indebolimento del sistema immunitario, l’invecchiamento prematuro, la decalcificazione ossea ecc. A questi va aggiunto il rallentamento del metabolismo, che comporta una tendenza sempre più marcata all’aumento di peso.

Considerando questi motivi, è opportuno adottare una dieta equilibrata, che consenta di (ri)trovare progressivamente e stabilizzare il proprio peso ideale, senza perdere né la tonicità, né il buonumore.

Perdere peso mantenendo il sorriso sul viso

Per raggiungere quest’obiettivo, si devono seguire alcune regole:

  • preferire la verdura, ricca di vitamine e di sali minerali, e gli alimenti proteici magri, che «riempiono», ma forniscono poche calorie
  • preferire ai carboidrati raffinati quelli integrali (pane, pasta, riso ecc.), che saziano più a lungo e sono più ricchi di principi nutritivi
  • limitare ma non sopprimere i grassi visibili, indispensabili all’assimilazione delle vitamine liposolubili
  • ridurre il consumo di dolci e di alcolici

Assumere un supplemento nutrizionale adatto, come, per esempio, l’olio di fegato di merluzzo, disponibile in capsule. Molto ricco di vitamine A e D naturali, il cui apporto è insufficiente in quasi tutte le diete ipocaloriche, quest’olio esiste anche in versione polivitaminica, per le persone che hanno un’alimentazione poco variata e/o povera di verdure crude e di frutta, oppure per chi soffre di mancanza di energia e/o di nervosismo.