Nutrienti benefici per gli occhi

occhi nutrienti
Alcune carenze vitaminiche possono portare a problemi di vista.

La nutriterapia svolge un ruolo fondamentale nella prevenzione e/o nel trattamento delle patologie oculari.

Una dieta adattata aiuta a preservare e a prendersi cura dei nostri organi. Gli occhi non fanno eccezione. In effetti, una buona visione può essere facilmente mantenuta ogni giorno.

Disturbi agli occhi dovuti a carenze

La fotofobia (ipersensibilità alla luce), accompagnata da lacrimazione, può essere causata da una carenza di vitamina B2. Talvolta i soggetti affetti da questo disturbo hanno la sensazione di avere della sabbia negli occhi.

La fotofobia con secchezza oculare è invece provocata dalla carenza di vitamina A. Un deficit ancora più grave è causa della xeroftalmia, che consiste in un inaridimento della congiuntiva e della cornea.

La medesima carenza è all’origine dell’emeralopia o “cecità notturna”, che si manifesta con una diminuzione della visione in presenza di poca luce (crepuscolo, scarsa illuminazione).

Gli antiossidanti sono essenziali per preservare gli occhi

Tra i primi sintomi del diabete figurano i disturbi visivi e l’irritazione oculare. Quando non sono trattati adeguatamente, questi disturbi possono trasformarsi in lesioni retiniche gravi o addirittura irreversibili. La retinopatia diabetica costituisce la prima causa di cecità nei paesi occidentali.

La cataratta non è altro che l’opacità parziale o totale del cristallino, che provoca una perdita progressiva della visione. La cataratta dell’anziano può essere assimilata all’invecchiamento del cristallino, e quindi a una degenerazione ossidativa. La sua prevenzione dipende dunque da un apporto ottimale di sostanze antiossidanti: la vitamina A, il betacarotene, la luteina, le vitamine C ed E, lo zinco, il selenio, il coenzima Q10, ecc.

Altrettanto dicasi per la degenerazione maculare, caratterizzata da un’alterazione progressiva della macula (una zona della retina). Questa patologia è una delle principali cause di cecità nelle persone dai 50 anni in su.

Infine, il glaucoma è una malattia dell’occhio caratterizzata da un innalzamento della pressione endo-oculare, con compromissione del nervo ottico, che in alcuni casi può portare alla cecità. La comparsa e l’evoluzione del glaucoma sono favorite da un consumo eccessivo di caffeina.