Non c’è più bisogno di contare le pecorelle!

alcuni consigli per evitare l'insonnia
all’insonnia si può rimediare

Morfeo a volte vi tradisce? Niente panico, all’insonnia si può rimediare. Se a volte è il caso di interpellare un medico specialista per i disturbi del sonno, spesso qualche semplice abitudine può aiutare a fare riposini piacevoli. E per dormire bene, meglio darsi da fare durante il giorno. Se siete stati seduti per diverse ore, muovetevi e fate un po’ di attività fisica. Se il vostro corpo ha bisogno di riposo, sarà molto più facile avere sonno.

E poiché non è il caso di stuzzicare il diavolo tirandogli la coda, ricordatevi di smettere di assumere sostanze eccitanti dopo le tre del pomeriggio. La caffeina, la teina, la taurina e le vitamine dovrebbero essere evitati dopo pranzo. Lo stesso vale per il tabacco, la nicotina allevia il sonno, così come l’alcool. A differenza della vostra colazione, che deve essere ricca di energie, la cena, invece, meglio farla leggera. Orientatevi verso i carboidrati complessi, contenuti nella pasta e nel riso, ed evitate i grassi. Tuttavia mangiate a sazietà per evitare morsi di fame nel bel mezzo della notte.

Infine, per dormire profondamente, anche la stanza da letto deve permettervi di riposare bene. Non riscaldatela troppo: la temperatura deve aggirarsi intorno ai 19°C. Durante il giorno, ricordatevi di farla arieggiare, per far circolare aria pulita. Evitate di avere troppe piante all’interno, poiché emettono anidride carbonica, e chiudete le persiane o mettete delle tende oscuranti: il buio è la chiave del buon dormire. Il buio completo consente la secrezione di melatonina, l’ormone del sonno.