Malessere: e se fosse colpa dell’intestino?

Malessere, difficoltà digestive, stanchezza o spossatezza… Forse la causa è un sovraccarico di tossine nel tubo digerente… o magari un’alterazione della flora… oppure un’infiammazione delle mucose. Facciamo una panoramica di questo problema.

Sovraccarico di tossine

Gli acidi umici, sostanze naturali che provengono, tra l’altro, dal degrado della lignite, legano ed eliminano i virus, i batteri, le scorie metaboliche e le tossine di origine ambientale (erbicidi, pesticidi, metalli pesanti), stabilizzando così la flora intestinale fisiologica. Molto versatili, assorbono anche l’eccesso di liquidi e di gas, dando sollievo da diarree e flatulenze.

Alterazione della flora intestinale

La flora intestinale è un ecosistema fragile che può risentire di numerosissimi fattori. Tra questi, l’alimentazione squilibrata, ricca di zuccheri raffinati e di grassi “cattivi”, l’eccesso di bevande alcoliche, il fumo, lo stress, i raggi X, la chemioterapia, l’assunzione di determinati farmaci (antibiotici, lassativi ,ecc.), i patogeni alimentari (per es. le salmonelle), l’invecchiamento, ecc. Esistono batteri probiotici (bifidobatteri, lattobacilli, ecc.) e lieviti, quali per es. il Saccharomyces boulardii, che mantengono o rigenerano la flora intestinale. Quando vengono assunti, preferibilmente in associazione, la digestione migliora, il sistema immunitario diventa più efficiente, l’organismo ci guadagna in tono e benessere. Si rammenti infatti che l’intestino è il nostro organo immunitario più grande e il nostro secondo cervello.

Infiammazione delle mucose digestive

Anche in questo caso, gli acidi umici possono dire la loro. Decongestionano e risanano le mucose irritate coprendole di una pellicola protettiva. Così facendo, accelerano il processo di guarigione dai disturbi intestinali. La vitamina A e il suo precursore, il betacarotene, la biotina o vitamina B8 e l’aminoacido L-glutammina sono necessari all’integrità delle mucose digestive. La L-glutammina, in particolare, è una fonte di energia importante per queste mucose, che protegge anche dagli effetti irritanti di alcuni farmaci e dell’alcol. Il suo fabbisogno aumenta in caso di stress.