Lo spuntare dei primi dentini: un periodo difficile per grandi e piccoli

Gengive gonfie e dolenti, salivazione abbondante, guance arrossate, voglia di mordere qualunque cosa gli capiti sottomano, malumore, pianti, inappetenza, sonno disturbato, diarrea… È chiaro che
il bimbo si appresta a vivere la prima vera prova della vita: lo spuntare dei primi dentini.

Anche se il momento dell'eruzione dei denti cambia notevolmente come peraltro la frequenza e l'intensità dei sintomi, il primo dentino da latte, un incisivo centrale del mascellare inferiore, spunta per lo più tra il 4° e il 7° mese di vita. Nel corso dei due anni successivi spunteranno 19 adorabili dentini. Altrettanti momenti difficili per il piccolo paziente… e per i suoi genitori che non sanno che pesci pigliare.

Vietato soffrire!

Esistono diversi mezzi per aiutare il bambino a vivere meglio questo periodo difficile. Innanzi tutto, le insostituibili coccole, che lo calmano e lo rassicurano. In genere è utile massaggiare le gengive, utilizzare un gel da dentizione e un anello refrigerante. Anche i giochi da mordicchiare danno un apprezzato sollievo. Efficace e priva di effetti secondari, l'omeopatia svolge un ruolo privilegiato nel trattamento dei disturbi della entizione. Particolarmente utili sono le preparazioni composte che, in quanto tali, sono in grado di coprire tutti i sintomi. Chamomilla è il medicinale per eccellenza dei disturbi della dentizione; in genere, allevia i dolori che al paziente risultano intollerabili, a prescindere dalla localizzazione. Phytolacca è indicato in caso di salivazione abbondante con il bisogno irresistibile di stringere i denti. Rheum contrasta in modo mirato la diarrea e il conseguente eritema da pannolino durante la dentizione.

Il flaconcino monodose: una nuova forma galenica

Il flaconcino monodose è una grande novità molto adatta alla vita moderna. Ha infatti il vantaggio di essere igienico (non c'è nessun contatto diretto tra le dita dell'adulto e la bocca del bambino), pratico (si può ortare con sé ovunque, dai nonni, al nido, ecc.), facile da utilizzare (non c'è bisogno di far sciogliere i granuli in acqua). ) e – dulcis in fundo – gradevole da amministrare grazie al suo sapore neutro.

Rita Ducret-Costa
Caporedattore di vitamag®, farmacista laureata all'Università di Bologna, nutrizionista e omeopata.

Articoli Correlati

- Annuncio pubblicitario -

Articoli Recenti