L”acqua di mare, per la cura del naso

3099

Primo filtro dell’organismo, per la sua funzione di ventilazione, il naso è in prima linea in fatto di esposizione agli agenti irritanti e infettivi dell’ambiente esterno. Ne pssono risultare un’infiammazione e un’ostruzione delle fosse nasali, seguita da rinorrea e spesso da sovra­infezione. Se per lo più l’infezione rimane localizzata, può tuttavia complicarsi. Per sbarazzare regolarmente il naso dalle impurità, è necessaria un’igiene rigorosa e quotidiana che va appresa fin dalla più giovane età.

La nebulizzazione di acqua marina sterile pulisce e decogestiona le zone irritate, umidificando e decongestionando le fosse nasali.

La mucosa nasale viene protetta, rigenerata e nutrita, poiché l’acqua di mare è ricca di minerali e di oligoelementi. Il lavaggio può essere ripetuto secondo necessità, senza alcun rischio di assuefazione o di alterazione della mucosa.

Il lavaggio del naso con acqua marina è quindi il primo gesto da compiere per la prevenzione delle infezioni respiratorie. L’igiene del naso dovrebbe essere considerata importante quanto quella del cavo orale. In tal modo si riuscirebbero a debellare molte patologie otorinolaringoiatriche.

Per una migliore osservanza terapeutica, si consiglia la scelta di uno spray in formato tascabile.