La vitamina delle quattro stagioni

La vitamine, des bienfaits pour chaque saison

A ragione, si è soliti ricorrere alla vitamina C durante la brutta stagione, per la sua azione immunostimolante. Sarebbe tuttavia sbagliato identificarla con l'inverno, poiché possiede molte altre indicazioni… indipendenti dalla stagionalità!
 

Protezione dai radicali liberi (azione antiossidante)

Queste perniciose molecole ossidanti prodotte dal nostro organismo o di origine ambientale accelerano i processi degenerativi, tra cui l'invecchiamento precoce, la cataratta, l'artrosi, l'arteriosclerosi, alcune cardiopatie, malattie neurologiche e altre… amenità.

Stanchezza

La vitamina C contrasta la stanchezza poiché è coinvolta nella sintesi della carnitina, una sostanza imparentata con gli aminoacidi, che trasforma i grassi in energia.

Produzione di collagene

Il collagene è il principale costituente del tessuto connettivo. È presente nella pelle, nei vasi sanguigni, nei muscoli, nei legamenti, nelle ossa, ecc., a cui la vitamina C conferisce elasticità, forza e/o solidità. La sua carenza si manifesta con sanguinamento gengivale, cattiva cicatrizzazione delle ferite, fragilità capillare, debolezza di muscoli e legamenti, ecc.

Allergie

La vitamina C controlla il tasso di istamina (mediatore dell'allergia) nel sangue e nei tessuti.

Anemia sideropenica (da carenza di ferro)

La vitamina C favorisce l'assimilazione del ferro.

Stress, depressione

Intervenendo nella sintesi degli ormoni dello stress (l’adrenalina e la noradrenalina), la vitamina C migliora la resistenza al sovraccarico psicofisico. Ma non è tutto: è anche coinvolta nella produzione di due neuromediatori cerebrali, i cosiddetti "ormoni del buonumore": la serotonina e la noradrenalina.

Volete saperne di più su questa preziosa vitamina? Consultate il nostro sito vitamag.ch inserendo le parole chiave "vitamine" nel nostro motore di ricerca.

- Publicité -