Home Non categorizzato La vitamina D, partner indispensabile dei nostri figli

La vitamina D, partner indispensabile dei nostri figli

Utilizzata storicamente per l’accrescimento e il mantenimento del capitale osseo, la vitamina D sa anche comportarsi come un ormone coinvolto in diversi meccanismi di regolazione, il che la rende sempre più imprescindibile, ad iniziare dai bambini.

Il punto sulla vitamina D

Tra l’80 e il 90% della vitamina D utilizzata dal nostro corpo proviene dalla sintesi cutanea. Sotto l’azione degli UVB, gli strati profondi dell’epidermide producono infatti colecalciferolo (vitamina D3) a partire dal colesterolo. Il 10-20% residuo è di origine alimentare (D3 nei pesci grassi, D2 nei vegetali quali cereali o funghi). Se il suo ruolo nella regolazione del metabolismo fosfo-calcico ha portato al riconoscimento delle sue credenziali in pediatria, la recente scoperta del suo ruolo in infettivologia o in cardiologia dovrebbe estenderne ulteriormente l’utilizzo.

 

Il fabbisogno in età pediatrica

Tra l’età di 0 e 18 mesi, l’assunzione di integratori di vitamina D è indispensabile (presenza insufficiente nel latte materno + limitata esposizione al sole) e solitamente viene realizzata correttamente.
Successivamente, invece, le carenze sono frequenti e poco diagnosticate. Il motivo è la molteplicità dei fattori di rischio e la scarsa specificità dei segni clinici: ritardo
psicomotorio, stancabilità, irritabilità sono segnali poco univoci. I bambini in sovrappeso vanno monitorati con particolare attenzione perché la vitamina D, liposolubile, viene sequestrata nei tessuti adiposi. Anche le popolazioni con cute molto pigmentata o una scarsa esposizione al sole estivo sono soggetti a rischio.
Lo stile di vita urbano, lo sviluppo degli schermi solari, alcune diete (vegetalismo) o patologie (per esempio insufficienza renale, sindrome nefrotica) tendono ad intensificare il fenomeno.
Se la vitamina D è consigliata in tutte le fasce di età, l’attenzione deve essere massima tra i 10 e i 18 anni, quando la presa in carico risulta spesso inadeguata.

Vitamin D Supplementation in Infants, Children, and Adolescents

CATHERINE F. CASEY, MD; DAVID C. SLAWSON, MD; and LINDSEY R. NEAL, MD, University of Virginia Medical Center, Charlottesville, Virginia

Vitamin D deficiency in children can have adverse health consequences, such as growth failure and rickets. In 2008, the American Academy of Pediatrics increased its recommended daily intake of vitamin D in infants, children, and adolescents to 400 IU. Infants who are breastfed and children and adolescents who consume less than 1 L of vitamin D–fortified milk per day will likely need supplementation to reach 400 IU of vitamin D per day. This recommendation is based on expert opinion and recent clinical trials measuring biomarkers of vitamin D status. It is also based on the precedent of preventing and treating rickets with 400 IU of vitamin D. In addition to dietary sources, exposure to ultraviolet B sunlight provides children and adults with additional vitamin D. Although the American Academy of Pediatrics recommends keeping infants out of direct sunlight, decreased sunlight exposure may increase children's risk of vitamin D deficiency. No randomized controlled trials assessing patient-oriented outcomes have been performed on universal vitamin D supplementation. However, vitamin D may reduce the risk of certain infections and chronic diseases. Physicians should help parents choose the appropriate vitamin D supplement for their child…

Fonte e maggiori informazioni: www.aafp.org/afp/2010/0315/p745.html

Da leggere anche

Neurexan® in caso di stati di agitazione nervosa e disturbi del sonno

Neurexan® è un medicinale omeopatico e può migliorare in breve tempo disturbi tipici come nervosismo, stati di agitazione e disturbi del sonno. Stress: lo squilibrio...

Con Modifast®… iniziate la primavera leggerezza!

Le giornate si allungano e la primavera è alle porte. Gli abiti leggeri dello scorso anno vi vanno ancora bene? Se volete dichiarare guerra ai chili in eccesso, la soluzione è il programma alimentare proposto dalla gamma Modifast®. Questa alimentazione povera di calorie e ricca di proteine tiene conto delle diverse esigenze di controllo del peso. Le proteine di alto valore biologico forniscono l’energia necessaria, assicurando il mantenimento dei tessuti muscolari durante il dimagrimento. Viene così scongiurato l’effetto yo-yo!

La bellezza dall”interno

Senza trascurare l’importanza dei prodotti cosmetici, la bellezza e la salute della nostra pelle dipendono soprattutto dalle abitudini alimentari e dallo stile di vita.

Conoscersi meglio per conoscere meglio i propri clienti (segue)

Rosso, giallo, verde e blu, qual è o quali sono i colori predominanti nella vostra personalità? Leggete il seguito … PDF solo in francese e...

Scacco matto all”influenza!

«L’influenza imperversa intorno a me. Madre di famiglia, professionalmente impegnata, non posso permettermi di ammalarmi. Che cosa posso fare?»