Il tè nero, uno «scudo» cardiovascolare

tè nero
Consumato regolarmente, il tè nero protegge il sistema cardiovascolare.

Il tè nero è la varietà di tè più consumata al mondo. Meno celebrato rispetto al tè verde, possiede anch’esso molte virtù. La differenza fra le due tipologie sta nel trattamento delle foglie di tè…

Il tè nero subisce una fermentazione e un’ossidazione complete, che gli conferiscono quel gusto così particolare e tanto apprezzato dai consumatori; il tè verde e il tè bianco, invece, non sono fermentati. Alcuni lo consumano al naturale, altri con latte o limone, dolce o non zuccherato, con zenzero, cannella o cardamomo. I modi per gustare questa bevanda sono numerosi!

I suoi effetti sul cuore

Ricco di antiossidanti, il tè nero è particolarmente utile per il sistema cardiovascolare. Questa pianta fluidifica il sangue, impedendo così la formazione di coaguli. Consumare tre tazze di tè nero al giorno ridurrebbe il rischio di infarto e ictus.

Regolando il livello di glucosio nel sangue (la glicemia), aiuta anche a combattere il diabete. Alcuni studi hanno inoltre dimostrato che il consumo regolare di tè nero contribuisce a ridurre il livello di colesterolo cattivo, uno dei principali fattori di disturbi cardiaci.

Una bevanda dietetica, antitumorale

Dopo qualche eccesso alimentare, non esitate a consumare regolarmente tè nero: stimolando il metabolismo, favorisce la perdita di peso. Essendo ricca di tannini, questa pianta agisce anche a livello intestinale: in caso di diarrea passeggera, un’infusione leggera di tè nero può avere un effetto curativo. Più in generale, ha un effetto antinfiammatorio sull’intero sistema digestivo.

In ultimo, ma non meno importante: diversi studi scientifici hanno dimostrato l’efficacia del tè nero nella lotta contro alcuni tipi di cancro. Grazie alle teaflavine di cui è ricca, questa pianta, avrebbe la capacità di bloccare la proliferazione delle cellule tumorali.

Alcuni consigli per godere dei beneficie del tè nero

Attenzione, molto ricco di teina (50 mg per una tazza da 250 ml), particolarmente stimolante, il tè nero può causare dipendenza! Un consumo eccessivo può anche far comparire macchie sui denti. Si raccomanda pertanto di non superare le 5 tazze al giorno.

Inoltre, si consiglia di gustare il tè nero lontano dai pasti, per una migliore digestione.