Il melograno, un frutto dalle potenti proprietà antinfiammatorie

melograno
Le sue proprietà antiossidanti e antinfiammatorie rendono il melograno un super alimento.

Questo sgargiante frutto rosso, composto da diverse centinaia di piccoli semi, è uno dei più salutari. Contiene punicalagine, antiossidanti estremamente potenti: uno studio scientifico ha dimostrato che la loro azione è tre volte più potente di quella degli antiossidanti che si trovano nel tè verde!

Il melograno è il frutto dell’albero di melograno, che si può trovare nella zona che si estende dall’Asia occidentale a quella centrale. Considerato un super alimento, questo frutto si è affermata anche in altre parti del mondo grazie al costante aumento della domanda. I melograni in vendita nei mercati europei provengono generalmente dalla Spagna, dall’Egitto, da Israele o dalla Turchia.

Un effetto protettivo contro alcuni tipi di cancro

I melograni hanno la forma di una mela e si presentano di solito di un color rosso arancio; ne esistono più di mille varietà. Solo l’interno del frutto è commestibile: al suo interno sono contenuti circa 400 piccoli semi, circondati da un involucro carnoso e rosso vivo chiamato arillo.

Numerosi studi scientifici hanno evidenziato i benefici del melograno in presenza di malattie cardiovascolari e di alcuni tipi di cancro. In particolare nei pazienti affetti da stenosi dell’arteria carotidea, il consumo di succo di melograno ha rallentato la progressione delle lesioni carotidee: dopo un anno di questo “trattamento”, la pressione sistolica si è ridotta del 21%. Questi effetti sono dovuti alle potenti proprietà antiossidanti dei polifenoli del succo di melograno.

succo di melograno
Consumato regolarmente, il succo di melograno aiuta ad abbassare la pressione sanguigna.

È stato anche dimostrato, attraverso studi in vitro, che il succo di melograno – soprattutto il succo fermentato – ha un effetto protettivo contro il cancro al seno e la leucemia. I polifenoli in esso contenuti potrebbero contrastare l’evoluzione del tumore riducendo la crescita delle cellule tumorali, o addirittura, a seconda dei casi, conducendo alla morte di queste ultime.

Un alleato contro l’ipertensione e l’artrite

Grazie alle proprietà antiossidanti delle punicalagine, il melograno ha effetti antinfiammatori impressionanti. L’infiammazione cronica è associata a molte malattie come quelle cardiache, il diabete di tipo 2 e il morbo di Alzheimer. Uno studio americano, condotto nel 2014 su pazienti diabetici, riferisce che il consumo di succo di melograno riduce di quasi il 30% le concentrazioni plasmatiche della proteina C reattiva e dell’interleuchina 6, entrambe caratteristiche dell’infiammazione.

Per le stesse ragioni, l’estratto di melograno ha effetti benefici sull’artrite, che è una forma di infiammazione delle articolazioni. Può infatti inibire la degradazione della cartilagine e aiutare a mantenere l’integrità delle articolazioni.

Il melograno è consigliato anche per le persone che soffrono di ipertensione: uno studio pubblicato nel 2013 afferma che il consumo giornaliero di succo di melograno (150 ml) per 2 settimane ha effetti ipotensivi particolarmente efficaci.