Il cachi, un frutto che dà la carica!

cachi
Il cachi è un frutto invernale, ricco di antiossidanti e vitamina C.

Il cachi, originario della Cina, è il frutto dell’albero del cachi. A volte si trova sotto il nome di kaki o diospiro. Con la sua buccia liscia, di un colore che va dall’arancione al rosso a seconda della maturità, ricorda il pomodoro. Del resto fa altrettanto bene alla salute!

Quando è maturo al punto giusto, il cachi ha un sapore dolce e delicato. Si mangia generalmente con il cucchiaio, senza la buccia. Se è ancora acerbo, i tannini che contiene gli conferiscono un’astringenza non molto piacevole in bocca. Può essere conservato anche sotto forma di composta o di marmellata.

Il pieno di energia per l’inverno!

Come molti frutti, il suo contenuto di carboidrati è relativamente alto (più di 15 g per 100 g). In compenso, contiene pochissime proteine e grassi. Con circa 70 kcal per 100 g, è uno dei frutti più energetici. Ha un contenuto di fibre molto elevato ed è quindi ideale per la stitichezza occasionale. Inoltre, la sazietà che fornisce rapidamente aiuta a regolare l’appetito.

Contiene anche molti minerali e vitamine, che gli conferiscono proprietà energizzanti e rafforzano le difese dell’organismo. In particolare, è una buona fonte di folato (o vitamina B9, essenziale per la produzione di cellule e il funzionamento del sistema nervoso), manganese (un cofattore di molti enzimi), magnesio e fosforo.

Il suo contenuto di vitamina C è molto variabile; raggiunge il suo massimo (fino a 60 mg per 100 g) quando il frutto è molto maturo. Questo è il momento di farne il pieno per combattere la stanchezza invernale!

Un campione di vitamina A

Il suo bel colore arancione deriva dai numerosi pigmenti che contiene: carotenoidi (o provitamina A), licopene e xantine. Alcuni cachi possono raggiungere i 3 mg di carotenoidi per 100 g! Insieme al mango, al melone e all’albicocca, è uno dei frutti più ricchi di provitamina A. Ricordiamo che la vitamina A riveste un ruolo importante per la vista, nella crescita delle cellule e nella regolazione del sistema immunitario, tra gli altri.

Particolarmente ricco di antiossidanti, il cachi è un alimento interessante per la prevenzione delle malattie coronariche. Aiuta ad abbassare i livelli di colesterolo e di trigliceridi. Inoltre, il suo contenuto di fibre aiuta a migliorare il metabolismo dei lipidi.

Questi antiossidanti aiutano anche a prevenire la comparsa di alcuni tipi di cancro (del colon e del sangue in particolare), di malattie legate all’invecchiamento e complicazioni legate al diabete.

Si consuma da ottobre a gennaio: non perdete tempo quindi e godetevi i suoi numerosi benefici!