Home Salute Il freddo I topici nasali, un aiuto prezioso in caso di raffreddore

I topici nasali, un aiuto prezioso in caso di raffreddore

Compagno indesiderato nella stagione fredda, il raffreddore entra da noi… senza essere invitato. Questo disturbo respiratorio dai mille volti (può essere provocato da più di 200 virus!) è per lo più di lieve entità, ma quando è poco o mal curato, può evolvere in una sovrainfezione batterica (angina, sinusite), tale da richiedere un'antibioticoterapia.

I rhinovirus vanno a caccia delle persone con un sistema immunitario indebolito da carenze nutrizionali, stanchezza, stress, sonno insufficiente, depressione stagionale. Le soluzioni sono appunto un'alimentazione equilibrata, la gestione dello stress, del riposo, ma anche una passeggiata quotidiana all'aria aperta, che consenta di approfittare dei raggi ultravioletti e contemporaneamente di produrre gli ormoni del buonumore.

E quando c'è ormai un raffreddore conclamato…

Il tessuto connettivo della mucosa nasale è attraversato da numerosi vasi sanguigni, la cui dilatazione per via del raffreddore provoca un rigonfiamento rapido della mucosa stessa, una produzione eccessiva di muco e
un'ostruzione nasale. Costretta a subentrare al naso nella respirazione, la bocca non è però in grado di umidificare l'aria inspirata. È per questo che respirando attraverso la bocca si irritano e si disidratano laringe e bronchi.

Benefici molto concreti

Provocando il restringimento dei vasi (vasocostrizione) e una diminuzione delle secrezioni, i topici nasali (prodotti per uso locale: gocce, spray, gel, ecc.) decongestionano rapidamente la mucosa e liberano il naso, facilitando la respirazione in modo duraturo. Per esempio, l'ossimetazolina agisce in 1 minuto e per 12 ore. Oltre ad alleviare i sintomi del raffreddore, i topici nasali aiutano a prevenire altri disturbi respiratori. Quando vengono applicati la sera, frenano lo scolo di secrezioni retrofaringee, prevenendo la tosse notturna riflessa e il mal di gola al risveglio.

Quand'è di breve durata, il loro utilizzo non comporta alcun problema

I topici nasali vanno utilizzati per brevi periodi, non superiori ad una settimana. Al di là di questo lasso di tempo, questi farmaci possono indurre una certa assuefazione (con la conseguente necessità di rinnovare più frequentemente l'applicazione) e provocare una rinite secca, con formazione di croste e comparsa di difficoltà respiratorie.

Rita Ducret-Costa
Caporedattore di vitamag®, farmacista laureata all'Università di Bologna, nutrizionista e omeopata.

Da leggere anche

Diarrea?

Carbolevure® contiene due sostanze naturali che si completano: il carbone attivo e il lievito. Il carbone lega le sostanze tossiche, mentre il lievito regolarizza...

La vitamina del cuore e delle arterie

La prevenzione e la terapia complementare delle malattie cardiovascolari dipendono non soltanto da una buona igiene di vita e da un'alimentazione corretta ma anche da un apporto adeguato di vitamina E.

Caduta dei capelli: come si previene nella vita quotidiana?

Se la perdita di qualche decina di capelli al giorno è un fenomeno naturale, oltre il centinaio il problema è reale, e pertanto va affrontato. Esistono tuttavia alcuni gesti quotidiani, sia preventivi che curativi, che possono evitare di arrivare a tanto.

Calcio naturale, anzi naturalissimo

Oggi si assiste ad un costante incremento delle carenze di vitamine, ferro e calcio. Sul banco degli accusati, il deterioramento della qualità del cibo e un'alimentazione monotona e non equilibrata. Ciò nonostante, queste carenze possono anche essere dovute alla sempre minor capacità dell'organismo di trarre il maggior vantaggio possibile dagli alimenti.

Come ottenere un dimagrimento localizzato

Le cellule di grasso o adipociti accumulano l'energia dell'organismo sotto forma di grassi o trigliceridi. Questi costituiscono il combustibile che bruciamo durante una dieta...