Gravidanza e attività fisica: un duo benefico per i polmoni del bambino

A meno che non ci siano controindicazioni mediche, è noto che in gravidanza un’attività fisica moderata e appropriata fa bene sia alla madre che al nascituro. Un nuovo studio dei ricercatori dell’Università di Oslo conferma che l’esercizio fisico della futura madre è legato a una migliore funzione polmonare del suo bambino.

Studi precedenti hanno dimostrato che le persone con scarsa funzione polmonare nella prima infanzia presentano un rischio maggiore di asma e altre malattie polmonari ostruttive. È quindi importante identificare ed esplorare i fattori associati alla funzione polmonare nei neonati, al fine di guidare le misure preventive che garantiranno una buona salute respiratoria.

Muoversi per migliorare la salute respiratoria del bambino

Questo nuovo studio condotto su più di 800 neonati ha rilevato, per la prima volta, che la salute generale dei polmoni dei bambini nati da madri fisicamente inattive era inferiore a quella dei bambini nati da madri attive.

I ricercatori hanno chiesto alle future mamme di compilare, a circa 18 e 34 settimane di gravidanza, dei questionari sulla loro salute, lo stile di vita, i fattori socio-economici e la dieta. Gli è inoltre stato chiesto con quale frequenza facevano esercizio, per quanto tempo e con quale intensità. Ciò ha permesso di suddividerle in tre gruppi (inattive, abbastanza attive o molto attive).

La funzione polmonare dei bambini è stata misurata quando avevano circa tre mesi. Tramite una maschera i ricercatori hanno rilevato il flusso e il volume dell’aria inspirata ed espirata. Il risultato: solo il 4,2% (22) dei 524 bambini nati da madri attive apparteneva al gruppo con la funzione polmonare più bassa (rispetto all’8,6% dei bambini nati da madri inattive).

La priorità: una casa senza fumo

Quindi praticare attività fisica durante la gravidanza sembra essere la chiave per migliorare la salute respiratoria dei bambini. “Questo studio fornisce un indizio affascinante in merito a come una maggiore attività fisica delle madri sia associata ad una migliore funzione polmonare nei loro bambini e, quindi, forse alla loro salute più là nella vita”, dice Jonathan Grigg, professore di medicina respiratoria e ambientale pediatrica alla Queen Mary University of London. Tuttavia, sono necessarie ulteriori ricerche per confermare questo legame.

Il team della dottoressa Gudmundsdottir prevede di esplorare altre associazioni tra attività fisica materna e asma, allergie e altre malattie non trasmissibili. In Svizzera, l’asma colpisce un bambino su 10 e un adulto su 14.

Gli specialisti sottolineano anche che la cosa più importante che le madri possono fare per la loro salute e quella del loro bambino è non fumare o usare altri prodotti del tabacco prima, durante e dopo la gravidanza. “Una casa senza fumo ha l’impatto maggiore sulla funzione polmonare e la salute nell’infanzia e più là nella vita”, conferma lo specialista.

Articoli Correlati

- Annuncio pubblicitario -

Articoli Recenti