Gli acidi grassi omega-3, alleati della salute

Gli acidi grassi omega-3 sono costituenti delle cellule umane, necessari alla loro crescita e rigenerazione. Contribuiscono non solo a mantenere la salute, ma anche a prevenire le malattie.

Oggi sappiamo che l’organismo non è in grado di sintetizzare autonomamente in quantità sufficiente alcuni acidi grassi, come l’EPA e il DHA. Questi acidi grassi devono pertanto essergli forniti dall’alimentazione o da preparazioni a base di olio di pesce.

Fonti di acidi grassi omega-3

Alcuni oli, per esempio quello di lino e di noce, contengono un precursore che l’organismo trasforma in EPA e DHA. La resa è tuttavia modesta, ragion per cui questi oli non sempre si prestano all’uso terapeutico.

I pesci grassi, come il salmone e il tonno, rappresentano invece ottime fonti di EPA e DHA. Si dovrebbe farne un consumo regolare, poiché forniscono in media 1,5-3 g di acidi grassi omega-3.

Un apporto elevato di acidi grassi omega-3 fa bene alla salute

Secondo diversi studi clinici, l’apporto di omega-3 nei paesi occidentali è di gran lunga troppo modesto. Questi nutrienti sono di grande utilità: abbassano la pressione, fluidificano il sangue, riducono la lipidemia (il tasso di grassi nel sangue), attenuano le infiammazioni (artrite, psoriasi, asma ecc.), migliorano la funzione immunitaria e favoriscono i processi di apprendimento durante l’infanzia.

Per assicurare un apporto sufficiente di acidi grassi omega-3, sono disponibili capsule di olio di pesce, da assumere a scopo preventivo o terapeutico. Bisogna tuttavia prestare attenzione alla loro composizione, e assicurarsi che siano indicati la percentuale di olio, di EPA e di DHA.

- Publicité -