Gatti in sovrappeso: attenzione ai danni!

Alcuni studi hanno rivelato che quasi il 52% dei gatti domestici è in sovrappeso. Tuttavia, proprio come per gli esseri umani, il sovrappeso e l’obesità possono avere gravi conseguenze per la loro salute.

Quali sono le cause di questa tendenza al sovrappeso? Alimentazione eccessiva, vita sedentaria, … in definitiva le stesse che nell’uomo. Molti proprietari esprimono il loro affetto nutrendo un po’ troppo i loro animali domestici, senza essere consapevoli dei pericoli che questo comporta. Inoltre, più di un gatto su due vive in un ambiente urbano, in un appartamento, e quindi manca di esercizio.

Quali sono i rischi?

Bisogna anche sottolineare che la stragrande maggioranza dei gatti domestici è sterilizzata, il che tende ad aumentarne l’appetito. Tuttavia, la sterilizzazione riduce il fabbisogno energetico del gatto del 30%. Inoltre non tutti i gatti regolano la propria assunzione di cibo allo stesso modo: alcuni chiedono più spesso del cibo ai loro padroni, che generalmente finiscono per cedere alle insistenze dell’animale.

Da notare che anche un cambiamento importante nell’ambiente del micio può essere accompagnato da un aumento di peso. Una variazione delle sue abitudini può effettivamente portare a una certa forma di ansia, che l’animale cerca di alleviare attraverso il cibo.

Se la vita del vostro gatto è appena visibile e la spina dorsale e le costole sono difficili da percepire al tatto, significa che il vostro gatto è in sovrappeso o addirittura obeso. E in questo caso, l’animale è a rischio di sviluppare diabete, calcoli urinari, artrite e/o insufficienza respiratoria. Purtroppo, queste malattie riducono la sua aspettativa di vita… Occorre quindi porre rimedio il più rapidamente possibile a questo eccesso di peso.

Soluzioni per limitare l’aumento di peso

Per aiutare il vostro gatto a mantenere un peso ideale, potete optare per alimenti ricchi di fibre specifiche, che favoriranno la sensazione di sazietà. Inoltre, per incoraggiare il vostro animale a mangiare più lentamente, potete usare una ciotola “anti-ingozzamento” o un distributore di crocchette. Non dimenticate che in natura, un gatto mangia in quantità molto piccole, tra le 15 e le 20 volte al giorno! Infine, rispettate rigorosamente la razione giornaliera raccomandata dal vostro veterinario, e non cedete a nessuno strappo.

Parallelamente cercate di trovare il tempo per farlo giocare, saltare, ecc. per combattere la sedentarietà. Potete, per esempio, procurarvi mobili specifici, come un albero per gatti o una struttura simile, per incoraggiare il vostro micio a consumare più energie.

Articoli Correlati

- Annuncio pubblicitario -

Articoli Recenti