Come prendersi cura dei denti durante una terapia omeopatica

Molti cibi e stimolanti contengono aromi e profumi intensi. È il caso appunto di caffè, bevande contenenti caffeina, tisane alla menta, al finocchio e alla camomilla. L’efficacia dell’omeopatia può essere compromessa anche da prodotti ricchi di oli essenziali quali mentolo, canfora, olio di menta o di eucalipto, che andrebbero sospesi una-due settimane prima dell’inizio della terapia. Per la cura dei denti si consiglia l’uso di un dentifricio compatibile con l’omeopatia, che non contenga né mentolo né olio di menta. Queste preparazioni soddisfano perfettamente i requisiti degli omeopati. Oltre a garantire una protezione ottimale da carie e placca, rinforzano lo smalto.

Nei punti vendita specializzati, troverete dei dentifrici adatti, che non contengono né oli essenziali né aromi, coloranti, edulcoranti artificiali o laurilsolfato di sodio. Quest’ultimo può provocare irritazioni della mucosa del cavo orale.

Oltre al loro ruolo molto utile durante le terapie omeopatiche, questi dentifrici specifici sono consigliati ai soggetti sensibili alle diverse sostanze di cui sopra.

- Publicité -