Home Vita Bebe e Bambini Caduto e rialzato!

Caduto e rialzato!

Di fronte a un infortunio di maggior entità, l’importante è mantenere la calma. Un «atteggiamento zen» che, pur risultando talvolta difficile da adottare per le mamme o i papà, tranquillizza il bambino e consente di intervenire correttamente. Nei piccoli infortuni è fondamentale disinfettare le ferite e arrestare l’emorragia incipiente mediante compressione o applicando sulle contusioni una borsa del ghiaccio. La fuoriuscita di sangue dal naso può essere impressionante. Anche in questo caso l’applicazione di un impacco freddo sulla fronte, sopra il naso, consente di arrestare l’emorragia. I tagli e le lesioni di maggiore entità devono essere mostrati al medico che eventualmente provvederà ad applicare alcuni punti di sutura. La sutura garantisce una cicatrizzazione più rapida e più estetica; la sutura semplice deve essere eseguita entro 6 ore dall’infortunio.

Per le piccole escoriazioni: pulite la ferita, disinfettate, mettete un cerotto e… vostro figlio è già risalito sul monopattino! Per finire, ecco come togliere un cerotto fortemente incollato: se lo togliete con un colpo secco, la rapidità elimina (quasi del tutto!) il «dolore da strappo». Altrimenti, toglietelo nel bagno o sotto la doccia, una volta che la colla si è ammorbidita.

Articolo precedenteAhi, la pancia…
Prossimo articolo

Da leggere anche

Domanda dell’edizione vitamag n° 91

«È pro o contro il vaccino antinflenzale?» In palio 3x 2 biglietti del cinema!

Mani giovani a lungo

Anche le mani, come peraltro gli occhi e i capelli, rappresentano uno strumento di seduzione importante. Per quanto siano esposte a innumerevoli aggressioni, di...

Il ritmo lento di una giornata d”estate

Ah, l’estate… Queste poche lettere racchiudono in sé tanti piaceri e pro­messe di benessere. Nel Mediterraneo, l’estate è sinonimo di giornate scandite da un sole onnipresente.

Perchè controllare la glicemia?

Sete intensa, bisogno frequente di orinare, dimagrimento rapido, stanchezza, disturbi visivi, prurito, difficile cicatrizzazione delle ferite... i primi sintomi del diabete passano spesso inosservati o vengono attribuiti ad altre cause. Si ritiene che in Svizzera ai 200'000 diabetici consapevoli di esserlo, si dovrebbero aggiungere 50'000 persone colpite, a loro insaputa, da questa temibile malattia.

Per vivere meglio e per crescere: una miglior comunicazione!

Ogni giorno comunichiamo moltissimo. La comunicazione ci sembra semplice, mentre in realtà risulta molto ricca e complessa. Già ne abbiamo evidenziato alcuni aspetti; in questo articolo, ne vedremo altre sfaccettature.