Alleviare la psoriasi è possibile!

Placche rosse, desquamazioni biancastre, prurito doloroso, piaghe che possono interessare anche più del 10% del corpo… La psoriasi mette a dura prova chi ne è colpito.

Questa dermatosi cronica, che interessa il 2% della popolazione mondiale, si manifesta con un rinnovo rapidissimo dell'epidermide (in 4-6 giorni anziché nelle normali 4 settimane), accompagnato da una marcata desquamazione. Nella forma benigna, la psoriasi si limita al cuoio capelluto, alle unghie, alle ginocchia e ai gomiti. Nei casi gravi, invece, si estende al punto da poter interessare tutto il corpo.
Quasi il 30% dei soggetti colpiti presenta una predisposizione familiare. Ciò nonostante, le sue cause sono ancora sconosciute. La malattia, dall'andamento accessuale, può essere scatenata dallo stress o dalle infezioni e presentare periodi di remissione di durata molto variabile.
Talvolta viene esacerbata da alcuni farmaci, come i betabloccanti. L'esposizione moderata al sole esplica invece un'azione protettiva.
Attualmente, non si conosce alcun trattamento che sia in grado di guarire la psoriasi; è tuttavia possibile attenuarne i sintomi. Per via interna, la vitamina D come pure la vitamina A (ad alte dosi, dietro prescrizione medica) possono risultare utili. I trattamenti locali si avvalgono di creme a base di corticosteroidi (in situazione di crisi) o di derivati della vitamina D, associati a fototerapia.

Il ruolo dei grassi

Le persone affette da psoriasi presentano un'alterazione del metabolismo degli acidi grassi essenziali a livello cutaneo. Sono dunque consigliati il consumo regolare di acidi omega-6 (olio di germe di grano, di cardo o di girasole) e di omega-3 (olio di lino, noci o soja) nonché l'assunzione di integratori di olio di borragine o di enotera e di pesce o di krill in associazione con 100 mg di vitamina E. Vanno invece banditi i grassi saturi in eccesso (burro, carne e formaggi grassi), così come un consumo troppo elevato di alcolici.
Infine, gli oligoelementi di selenio e di zinco, che agiscono per via orale o in applicazione locale (pomate) possono alleviare infiammazione e prurito. 

Rita Ducret-Costa
Caporedattore di vitamag®, farmacista laureata all'Università di Bologna, nutrizionista e omeopata.

Articoli Correlati

- Annuncio pubblicitario -

Articoli Recenti