Articolo N.ro 4980 | Edizione n.ro 98 | 2019

Una cura disintossicante? Sì, con l’aiuto di un rimedio ayurvedico!

La priorità della medicina ayurvedica è la salute dell'essere umano, che viene anteposta alle malattie.

Flatulenza, pesantezza gastrica, digestione difficile, alito cattivo…
Questi i segnali che il nostro corpo ci invia quando vuole farci capire che è carico di tossine e stanco. Non di rado ciò avviene dopo un periodo di stress intenso o di pasti pesanti accompagnati da copiose libagioni.
Grazie ad un trattamento disintossicante, il corpo, liberato dalle scorie, ritrova il buon funzionamento delle sue funzioni vitali e una piacevole sensazione di benessere e leggerezza.

Chiunque si preoccupi della propria alimentazione, salute e forma dovrebbe peraltro sottoporsi a una cura depurativa e disintossicante in caso di eccessi alimentari ripetuti o quando cambia la stagione.

Il fegato, l'emuntorio per eccellenza

Per disintossicarsi, è necessario agire sul fegato, l'organo più coinvolto nel processo di eliminazione di scorie e tossine di origine esogena (metalli tossici, erbicidi, pesticidi, pesticidi, ecc.) o endogena (farmaci, bevande alcoliche, conservanti).
La medicina ayurvedica ci offre un farmaco con un'azione mirata sul fegato, contenente ferro e una miscela di erbe locali, indiane o mediterranee in polvere.
Se alcune piante favoriscono l'azione terapeutica, altre attenuano o annullano i potenziali effetti indesiderati. Questo farmaco, ampiamente provato, è statisticamente uno dei rimedi vegetali più usati al mondo.

L'Ayurveda, "scienza del vivere sano".

I fondamenti della medicina ayurvedica risalgono a diversi millenni fa. Secondo la concezione ayurvedica, la salute dipende dall'armonia tra tutti i sistemi funzionali del corpo.
La malattia si instaura quando questo equilibrio viene meno, sotto l'influenza dei fattori fisici e psichici più vari. I medicamenti ayurvedici agiscono sia a livello preventivo che curativo, ripristinando l'equilibrio.
Si noti che questo rimedio epatico accompagna in modo ottimale anche la convalescenza o la chemioterapia.


La riproduzione parziale o integrale non autorizzata dall’editore è vietata, oltre che illegale. Riproduzione e adattamento di ogni tipo sono da considerarsi illeciti.
Isabelle Hulmann Rita Ducret-Costa

Articles similaires

  • vitaexpress No | Edition no 88 2014
    Un fegato efficiente per un organismo in buona salute

    Il fegato non solo è la più grande ghiandola digestiva del corpo umano, ma svolge anche altre importanti funzioni, a condizione che sia in buona salute. Numerosi preparati fitoterapici si sono dimostrati efficaci per il trattamento dei disturbi epatici. Le funzioni principali del fegato possono essere classificate in tre categorie: una funzione nutrizionale (trasformazione del cibo), una funzione depurativa (eliminazione delle scorie prodotte dal corpo e delle tossine ingerite, come alcol e medicinali) e, infine, una funzione secretoria (produzione della bile necessaria alla digestione). Un deterioramento della funzione epatica può manifestarsi con vari sintomi, ad esempio con una digestione difficile, accompagnata da gonfiori o pesantezza, alitosi, stanchezza, mancanza di energia, cattiva qualità del sonno, ecc. Una soluzione proveniente dalla medicina ayurvedica La medicina ayurvedica presta particolare attenzione al fegato, riconoscendogli l’importante ruolo che riveste per il buon funzionamento dell’intero organismo. Si tratta di una medicina millenaria di origini indiane che mira al tempo stesso a curare le malattie, a mantenere lo stato di salute del corpo e a raggiungere la realizzazione di sé. Un preparato ayurvedico composto da estratti vegetali di alta qualità che svolge un’azione mirata sul fegato permette di disintossicare e di riequilibrare tale organo. Questo prodotto non contiene soltanto piante locali come l’achillea millefoglie (Achillea millefolium) o la morella comune (Solanum nigrum), ma anche piante medicinali indiane (Terminalia arjuna) o mediterranee (Capparis spinosa). -------------------------------------------------------------------------------- Documento PDF

L'articolo
Liv.52
La riproduzione parziale o integrale non autorizzata dall’editore è vietata, oltre che illegale. Riproduzione e adattamento di ogni tipo sono da considerarsi illeciti. © 2010 Communis | Healthcare Media Concept