Articolo N.ro 4287 | Edizione n.ro 92 | 2015

A periodo particolare esigenze particolari

Se c'è un periodo in cui è importante assumere un integratore di vitamine e di minerali, questo è proprio la gravidanza, insieme all’allattamento. I fabbisogni nutrizionali della donna incinta o che allatta sono infatti nettamente superiori alla norma, tanto che risulta difficile soddisfarli con la sola alimentazione. È evidentemente sconsigliato mangiare per due, per non incorrere in un aumento di peso pericoloso per la futura mamma e per il feto.
 

La gravidanza va preparata

La preparazione ideale della gravidanza si riassume in alcuni accorgimenti. La donna deve interrompere l'assunzione del contraccettivo orale 3-6 mesi prima della data di concezione prevista, sostituendolo con un altro mezzo contraccettivo. In parallelo, dovrà avere un'alimentazione equilibrata e ricorrere a un integratore contenente diverse vitamine e minerali, ricco di acido folico, vitamina D, calcio, magnesio e ferro, da assumere durante tutta la gravidanza e l'allattamento. Quest'ultima misura è particolarmente importante per le donne che facevano uso di contraccettivi orali, poiché tale modalità contraccettiva può perturbare il metabolismo dell'acido folico e quello delle vitamine B6, B12 e C.

L’importanza dell'acido folico

Il fabbisogno di acido folico aumenta notevolmente durante la gravidanza. Un'eventuale carenza può provocare malformazioni del sistema nervoso fetale (midollo spinale e cervello).

Il sistema nervoso embrionale si forma tra la 2a e la 4a settimana di gravidanza, in un momento in cui la donna è quasi sempre ignara della gravidanza in corso. Alle donne che desiderano una gravidanza si consiglia quindi l'assunzione di un integratore di acido folico, in compresse o capsule, se possibile nella forma di un complesso multivitaminico. L'ideale sarebbe iniziarne l'assunzione 4 settimane prima del concepimento.


La riproduzione parziale o integrale non autorizzata dall’editore è vietata, oltre che illegale. Riproduzione e adattamento di ogni tipo sono da considerarsi illeciti.
Isabelle Hulmann Rita Ducret-Costa

Articles similaires

  • L'articolo No | Edition no 93 2016
    Sei incinta, stai allattando? La parola d'ordine è: equilibrio nutrizionale!

    Ormai è sicuro: tra un po' meno di 9 mesi sarai mamma. Fin da subito, l'alimentazione e il tuo stile di vita acquisiscono un'importanza particolare: hai tra le mani non solo la tua salute, ma anche quella del tuo bambino. Mangiare due volte tanto? No, ma due volte meglio! Mentre il fabbisogno calorico cresce di solo 300 calorie al giorno, già dal secondo trimestre, quello di proteine e di micronutrienti aumenta del 50-100%. Evidentemente, mangiare per due non è la soluzione giusta, perché comporterebbe un aumento di peso pericoloso sia per la futura mamma che per il nascituro. D'altra parte, è più che ora di privilegiare la qualità (verdura e frutta fresca, cereali e prodotti a base di cereali integrali, legumi, carni magre, pesce, latticini, uova, oli spremuti a freddo) e di rinunciare alle calorie vuote (dolci e bevande alcoliche, tanto più che queste ultime possono potenzialmente recare gravi danni al feto). La seconda misura, insostituibile, consiste nell'adottare un integratore alimentare equilibrato. Il regime della maggior parte delle donne incinte non copre infatti il loro maggior fabbisogno, in particolare di acido folico, vitamina D, ferro, calcio, magnesio e zinco. I due terzi delle future mamme presentano sintomi di carenze nutrizionali di uno o più nutrienti. Una preparazione con il corretto dosaggio di vitamine, minerali e oligoelementi può contribuire ad evitare parecchi problemi, quali: • nella gestante, stanchezza, anemia, ecc.; • nel bambino, malformazioni della colonna vertebrale, nascita prematura, peso insufficiente, sviluppo inadeguato di scheletro e denti, ecc. Dopo il parto, questo preparato consente di ripristinare le scorte di nutrienti esaurite durante la gravidanza e di coprire il maggior fabbisogno dell'allattamento, mantenendo le riserve necessarie a sostenere la produzione di latte. Sapevate che… … il pesce fa bene allo sviluppo del cervello e della retina del feto? … più di 300 mg di caffeina al giorno, pari all'equivalente di 3 tazze di caffè, aumentano il rischio di aborto spontaneo? … i figli di madri fumatrici possono soffrire di disturbi della crescita e presentare prestazioni intellettuali inferiori?

L'articolo
La riproduzione parziale o integrale non autorizzata dall’editore è vietata, oltre che illegale. Riproduzione e adattamento di ogni tipo sono da considerarsi illeciti. © 2010 Communis | Healthcare Media Concept